Storia

1993-2013 : Vent’anni di Unitre a San Mauro

 

13 ottobre 1993, inizia l’avventura! Grazie ad un gruppo di 20 Soci Fondatori nasce l’Unitre di San Mauro. Le lezioni iniziano il 24 gennaio 1994 ed il 17 febbraio si tiene l’inaugurazione, presenti la presidente nazionale Irma Maria Re, il sindaco Antonio Cherio e Nando Tonon nominato Coordinatore Culturale. Gli iscritti sono 102 per 10 corsi.

Da allora la storia della nostra Unitre si è arricchita di anno in anno, crescendo in dimensione “et canoscenza” (come avrebbe detto Dante).

Associazione fatta di persone con varie fisionomie e mansioni ma tutte impegnate con serietà e con lo scopo comune di assicurarne il miglior funzionamento : primi fra tutti, dopo Nando Tonon, i presidenti Augusto Mosca, Francesco Conselvan, Pino Ruggieri e attualmente Anna Fumarola coadiuvati dai membri del direttivo e da altri volenterosi che hanno fornito e forniscono il loro impegno, tutti rigorosamente a titolo di volontariato.

Cosa ricordare di questi 20 anni ?

Innanzitutto corsi per tutti i gusti e preferenze, spaziando dalla scienza alle materie umanistiche, dagli argomenti di interesse pratico alla spiritualità, troppo lungo l’elenco e che non citeremo per non dimenticarne nessuno, ma è doveroso ricordare tutti i docenti che con competenza e dedizione li conducono, sempre disponibili e anch’essi senza percepire alcun compenso.

Corsi di francese, inglese, spagnolo e tedesco, a vari livelli, in cui si cimentano ogni giorno molti allievi guidati da valenti e …pazienti insegnanti.

Conferenze di personaggi famosi come Don Luigi Ciotti, il matematico Piergiorgio Oddifreddi, gli scrittori Stefania Bertola, Gianni Oliva, Paolo Giordano, Younis Tawfik il regista Massimo Scaglione, le giornaliste Mariella Venegoni e Silvia Rosa-Brusin per citarne alcuni fra i tanti.

Laboratori dove la creatività di ognuno può sbizzarrirsi e che promuovono la socialità dando la possibilità ai partecipanti di conoscersi e fare amicizia, oltre che condividere gli stessi hobbies, il chiacchericcio che si può percepire passando davanti alle aule ne è testimonianza…. A coronamento del lavoro svolto durante l’anno la mostra finale dei manufatti, e da alcuni anni, grazie alla generosità di chi mette e disposizione i proprio lavori, anche un mercatino di Natale il cui incasso viene devoluto in beneficenza.

Cultura ma non solo, anche momenti di convivialità : ogni ricorrenza è buona per far festa insieme : cerimonie di apertura e chiusura dell’anno accademico, scambio di auguri natalizi, carnevale e poi tornei di burraco, saggi di recitazione e canto, con un coro che ha preso il volo e si esibisce anche fuori dell’Unitre. Pomeriggi a teatro per spettacoli tenuti da compagnie ospiti, ma anche organizzati internamente come un memorabile spettacolo gestito dai docenti e dagli studenti dei corsi di lingue

Come dimenticare le gite e visite a musei e mostre? E’ ormai molto lungo l’elenco delle mete, prevalentemente in Piemonte e regioni limitrofe, ma ci si è spinti anche all’estero a Londra, viaggio organizzato dai partecipanti ai corsi di inglese, e a Ginevra presso il CERN. Le principali mostre organizzate negli ultimi anni ci hanno visti presenti, e molti pomeriggi sono stati dedicati ad interessanti visite guidate ad importanti musei di cui il nostro territorio è ricco.

Divertente la partecipazione alla registrazione delle trasmissioni “Chi vuol essere milionario?” e “Striscia la notizia”.

Vorremmo sottolineare l’attributo di “accademia d’umanità” proprio dell’Unitre, aspetto che, come recita lo Statuto Nazionale “apre al sociale e al territorio”, il che significa la gestione dell’associazione direttamente da parte degli iscritti, ma anche interventi di volontariato all’esterno : come quello svolto presso la locale RSA con l’organizzazione di corsi di disegno e fiori di carta, o le esibizioni del nostro coro. Nell’ottica di questa apertura al territorio sono state la pubblicazione della ricerca storica sulla chiesetta di Sant’Anna, limitrofa alla scuola, e la collaborazione alle “Perle della memoria” collana di libri dedicati ai più vari aspetti della vita di una volta.

Sempre riferita alla Chiesetta di Sant’Anna è la donazione di un quadro, eseguito dalla pittrice Gabriella Piazzolla, in sostituzione della pala d’altare trafugata.

Si pubblica, da 10 anni, il giornalino “Unitre per te” che riporta gli avvenimenti salienti dell’anno, ed una fornita biblioteca è a disposizione degli iscritti.

Nelle giornate dedicate al volontariato e della Festa Patronale di San Mauro è presente anche il nostro gazebo, per farci conoscere meglio e illustrare le nostre attività.

Ora si sono superati i 500 soci ma non sono tanto i numeri che rendono orgogliosi di appartenere all’Unitre di San Mauro quanto l’aria che vi si respira, serena e di partecipazione : molte amicizie sono nate; molti di noi sono stati aiutati a superare momenti difficili proprio frequentando queste aule; è palpabile il piacere di coltivare i propri hobbies o imparare cose nuove insieme, e l’interesse che di anno in anno si rinnova con nuove iscrizioni è la miglior conferma.

“Dividendoci i compiti, svolgendo più attività, l’Unitre sarà di tutti e saremo orgogliosi di appartenervi” quale conclusione migliore di questa frase di Pino Ruggieri ?

 Buon compleanno dunque a questa intraprendente ventenne con tanta voglia di raggiungere sempre nuovi traguardi!

Piera Buccioni